Bancarotta fraudolenta e reati da cattiva gestione dei debiti

Se hai debiti e sei a rischio di fallimento, certi comportamenti, altrimenti non puniti, diventano reati, come quello di bancarotta fraudolenta.

In questi casi, mi raccomando poni molta attenzione a certe condotte. Capiamo insieme quali sono i reati che derivano da una cattiva gestione dei debiti, e quando si commettono.

Candidati ORA per ricevere la tua Conulenza Omnia GRATUITA con uno dei nostri Dottori della crisi d’impresa™ compilando il nostro questionario

Bancarotta fraudolenta patrimoniale

Partiamo dal primo reato citato dalla legge fallimentare nell’articolo 216: la bancarotta fraudolenta.

La bancarotta fraudolenta patrimoniale è il primo reato che si può verificare nel caso in cui la tua società o la tua impresa individuale vada in fallimento.

Questo tipo di reato è punito con una pena da 3 a 10 anni, quindi è un reato considerato molto grave.

Questo si verifica nel momento in cui:

  • ci sono dei beni che vengono nascosti per qualche motivo
  • ci sono beni che vengono distratti, che vuol dire spostarli da qualche altra parte fittiziamente, cioè facendo finta che riesce a non farli rientrare in quell’attività
  • vai aumentare le tue passività anche se non ci sono, cioè dici che ci sono dei debiti da pagare che però in realtà non esistono. Questo perché magari ti sei messo d’accordo con qualche persona per andare aumentare il passivo e trarne un vantaggio personale

Bancarotta fraudolenta documentale

Altra tipologia di bancarotta fraudolenta è quella documentale. Qui parliamo di libri e scritture contabili.

Si verifica nel caso in cui:

  • Tu vada a falsificare le scritture contabili, quindi andando a modificare quelli che erano i dati reali della contabilità.
  • la contabilità non si reperisce più, perché chissà dove sia andata a finire. Questo perché non aver fatto la denuncia di smarrimento viene equiparato all’occultamento.

Anche queste azioni vengono punite nel momento in cui la società sia fallita.

Bancarotta fraudolenta preferenziale

Questo tipo di reato viene pulito da 1 a 5 anni di reclusione.

Si verifica nel momento in cui sei andato a favorire un creditore al posto di un altro. Ad esempio un fornitore con cui hai un rapporto particolare e decidi di pagare lui a danno degli altri creditori.

Quindi, nel momento in cui ti trovi in crisi, è molto importante evitare di pagare in maniera non pianificata o discriminatoria i creditori, perché costituisce reato.

In aggiunta al reato c’è anche l’inabilitazione all’esercizio di un’impresa commerciale per 10 anni.

Candidati ORA per ricevere la tua Conulenza Omnia GRATUITA con uno dei nostri Dottori della crisi d’impresa™ compilando il nostro questionario

Casi di Bancarotta semplice: spese personali eccessive

Passiamo ora la seconda tipologia di reato che è la bancarotta semplice.

Anche in questo caso stai attento nel momento in cui sei in crisi a non fare determinate azioni.

Queste azioni si traducono in spese personali per te o per la tua famiglia eccessive rispetto alla condizione economica in cui ti trovi, perché poi non troveranno una giustificazione agli occhi del curatore fallimentare.

Quindi se sei in crisi devi anche sapere che il tuo tenore di vita deve essere adeguato a questa situazione.

Casi di Bancarotta semplice: operazioni rischiose

Un’altra tipologia di bancarotta semplice è l’aver consumato parte del patrimonio in operazioni di pura sorte o manifestamente imprudenti.

Queste sono ad esempioire comprare dei gratta e vinci con i soldi della società.

Per questo reato c’è una pena da 6 mesi a 2 anni di reclusione.

Casi di Bancarotta semplice: aggravare la crisi

Abbiamo inoltre un caso particolare che spesso viene sottovalutato.

Aggravare il dissesto della situazione economica e finanziaria dell’attività quando questa è già in crisi.

Significa che se oggi ti trovi in crisi e ritardi di molto le azioni che devi compiere per risolvere la crisi, questo può causare il dissesto dell’attività e un danno i tuoi creditori.

Candidati ORA per ricevere la tua Conulenza Omnia GRATUITA con uno dei nostri Dottori della crisi d’impresa™ compilando il nostro questionario

Casi di Bancarotta semplice documentale

Si verifica nel momento in cui i libri e le scritture contabili:

non sono stati tenuti

sono stati tenuti in maniera irregolare o incompleta

quindi è molto importante soprattutto se ti trovi in una situazione di crisi verificare bene quelle che sono le scritture contabili

nche quello che il rapporto con il tuo professionista di fiducia che ti può aiutare a verificare che tutto sia affatto secondo quello che è previsto dalla legge

Anche in questo caso, la condanna alla bancarotta semplice porta all’inabilitazione all’esercizio di un’impresa commerciale fino a 2 anni.

Ricorso abusivo al credito

Il ricorso abusivo al credito, invece, si verifica nel momento in cui ti trovi in crisi e modifichi i bilanci in modo che siano migliori agli occhi delle banche per ottenere un credito che non ti sarebbe stato concesso.

Conclusioni

Ricordati che c’è un momento dell’attività in cui è meglio fermarsi e capire come risolvere la situazione senza andare ad aggravare il dissesto.

Richiedere un nuovo finanziamento alla banca pensi che possa essere la soluzione, invece, come abbiamo visto, può riversarsi contro di te e costituire anche reato.

Candidati ORA per ricevere la tua Conulenza Omnia GRATUITA con uno dei nostri Dottori della crisi d’impresa™ compilando il nostro questionario

Oppure iscriviti alla Newsletter per ricevere l’ EBOOK GRATIS