L’azienda non paga il TFR o le buste paga?

https://youtu.be/_kQYSqvrevE

Se sei un dipendente e l’azienda non paga le tue buste paga o il TFR, sappi che c’è uno strumento che ti permette di recuperare questi importi: il fondo di garanzia INPS.

Il fondo di garanzia INPS

Nel 1982 è stata introdotta una Legge che prevede che, se l’azienda non paga il TFR, è direttamente l’INPS che anticiperà il pagamento in modo integrale.

Dieci anni dopo, ossia nel 1992, un nuovo Decreto Legge aggiunge, oltre al pagamento del TFR, anche il pagamento delle ultime 3 mensilità.

Chi può utilizzarlo?

Questo fondo di tutela è stato studiato apposta per i dipendenti che non vedono questi importi da parte del datore di lavoro.

È rivolto soprattutto ai dipendenti che hanno cessato il loro rapporto di lavoro.

Come funziona

Quali sono i requisiti per accedere?

Inanzitutto, per accedere al fondo occorre che ci sia stata la cessazione del rapporto di lavoro

Poi bisogna verificare se il datore di lavoro sia fallibile o non sia fallibile. Leggi questo articolo per approfondire.

Datore di lavoro non fallibile

Come si fa a verificare concretamente che il datore di lavoro non sia fallibile?

Occorre esibire copia di un decreto di rigetto di un’istanza di fallimento da parte del tribunale competente.

Quindi occorrerà presentare istanza di fallimento nella udienza prefallimentare, dove dl giudice verificherà i requisiti di fallibilità.

In assenza di questi ci sarà il decreto di rigetto e a questo punto si potrà fare la richiesta al fondo.

Ultimo requisito richiesto è l’insufficienza di garanzie patrimoniali del datore di lavoro a seguito di esecuzione forzata.

Vuol dire che occorrerà fare un decreto ingiuntivo, seguito dal precetto, dal pignoramento. Ci sarà poi un verbale di pignoramento negativo in cui ci sarà scritto che il datore di lavoro non può offrire delle garanzie patrimoniali.

Datore di lavoro fallibile

Nel caso in cui invece il datore di lavoro è fallibile che cosa succede?

Si dovrà aprire la procedura di fallimento o di concordato preventivo.

All’interno di questa procedura ci sarà l’accertamento dell’esistenza del tuo credito (il TFR o le ultime 3 buste paga).

Candidati ORA per ricevere la tua Conulenza Omnia GRATUITA con uno dei nostri Dottori della crisi d’impresa™ compilando il nostro questionario

Oppure iscriviti alla Newsletter per ricevere l’ EBOOK GRATIS